Galleria

Home Sessuologia Omosessualità e Transessualismo Coppie omosessuali e bisessuali, quale prevenzione?
Coppie omosessuali e bisessuali, quale prevenzione? PDF Stampa E-mail

valeriarandoneLa donna, crescendo e diventando sessualmente matura ed  adulta, correla mentalmente  la sua salute sessuale al concetto di “prevenzione”, salute sessuale, salute procreativa ed alla figura professionale del ginecologo.
L’uomo, invece approda  lentamente al  concetto di prevenzione e, se durante il corso della sua vita non si trova a sperimentare sgradevoli disfunzioni sessuali o casi di infertilità,  non si rivolge quasi mai all’andrologo e tanto meno allo psico-sessuologo per educazione emozionale e sessuale .


Le MST, malattie sessualmente trasmissibili, sono in crescente
aumento, soprattutto d’estate , stagione festaiola, godereccia, degli
amori e dell’assenza di una sessualità responsabile e consapevole.
Il concetto di salute sessuale prima e di salute procreativa dopo,
correla con il concetto di prevenzione: prevenzione di malattie
sessualmente trasmissibili, prevenzione di rapporti a rischio e
prevenzione di gravidanze indesiderate e successive interruzioni di
gravidanza.
Il papilloma virus, di cui oggi si fa un gran parlare per esempio,
responsabile del tumore al collo dell’utero , è una reale minaccia
oltre che  per le donne, anche per gli uomini omosessuali e
bisessuali.
Le iniziative di prevenzione, ancorate e nutrite da antichi retaggi
culturali, hanno spesso trascurato gli uomini, come se l’essere maschio li rendesse immuni dal possibile contagio.
Il papilloma visus, colpisce anche gli uomini, uomini che hanno
rapporti sessuali con altri uomini, cioè gay e bisessuali, infatti
provocano condilomi e tumori nella regione anale.
Secondo alcune statistiche, il tumore all’ano, colpisce 4 uomini gay
su diecimila, soprattutto a causa dell’infezione da HPV.
Non esiste un “pat test al maschile”, che possa fare diagnosi
clinica, ma la vaccinazione preventiva che offre la copertura contro le
quattro varianti più aggressive del virus, potrebbe essere una
soluzione, l’unico effetto collaterale, è l’elevato costo della
vaccinazione.
Diverse regioni d’Italia, hanno già effettuato una campagna
prevenzione , con costi più contenuti dei vaccini, per facilitare la
loro utilizzazione.
L’Italia, è l’unico paese dove l’educazione emozionale e sessuale non
è resa obbligatoria e le scuole adoperano i loro fondi per tanto altro
, come corsi di pittura e corsi di computer,  per adolescenti che prima
o poi, si imbatteranno nella difficile e complessa vita sessuale.
La sessualità, per la sua complessità e poliedricità, necessita un’
adeguata preparazione e formazione,  sia per quanto riguarda l’
orientamento sessuale, che la prevenzione di MST, gravidanze non
volute, possibili disfunzioni sessuali, spesso frutto di inesperienza,
falsi miti correlati alla sessualità ed ansia da prestazione.

www.valeriarandone.it

 


Sito Realizzato da Fabrizio Teofoli. Valid XHTML and CSS.